Fandom

Enciclopedia Archeologica

Bruno D'Andrea

787pages on
this wiki
Add New Page
Comments0 Share

Bruno D'Andrea è uno studioso italiano.

È dottorando presso l'Università Orientale di Napoli.

Progetto di ricerca

Archeologia ed epigrafia del tofet dall’età fenicia alla prima età romana (VIII sec. a.C. - II sec. d.C.)

Tutor: Prof. M.G. Amadasi Guzzo (“Sapienza” Università di Roma)

La tesi di dottorato si concentra sullo studio dei cosiddetti tofet, santuari all’aperto caratterizzati dalla deposizione di ex voto dedicati a Ba‘al Hammon e, a partire dalla fase punica ed in particolare in Nord Africa, alla sua paredra Tinnit. Nella prima parte del lavoro vengono sintetizzate le caratteristiche tipologiche, architettoniche e cultuali dei santuari di fase fenicia e punica (VIII - II sec. a.C.) di Sardegna, Sicilia e Nord Africa e le varie ipotesi interpretative; tra questi tofet si è scelto di analizzare nello specifico, da un punto di vista prettamente archeologico ma anche epigrafico, quelli di Cartagine e Sousse. La seconda parte è dedicata allo studio analitico dei tofet nord africani di fase tardo punica (II sec. a.C. - II sec. d.C.), oltre 50 santuari che costituiscono una tipologia santuariale mai analizzata complessivamente, la quale verrà pertanto definita ex novo; essa mostra un’evidente continuità, sia dal punto di vista architettonico che da quello cultuale, con i tofet del periodo precedente ma anche nuove caratteristiche, senz’altro in parte dovute al passaggio di poteri tra Cartagine e Roma. Nella parte conclusiva, infine, vengono analizzati da una parte gli elementi di novità che emergono dai santuari tardo punici per lo studio dei tofet nel loro complesso, anche in relazione a questioni ancora ampiamente dibattute come quella del sacrificio infantile, dall’altra i rapporti di continuità e discontinuità, assimilazione ed ibridazione tra i tofet ed i santuari dedicati al cosiddetto Saturno africano, i quali ne costituiscono una sorta di “versione” d’età romana.

Parole chiave: tofet, sacrificio infantile, santuari a Saturno, Nord Africa.


Pubblicazioni

B. D’Andrea - S. Giardino. 2011. "Il tofet dove e perché. Alle origini dell’identità fenicia". Mozia 13. B. D’Andrea - S. Giardino. 2011. "Il tofet dove e perché. L’identità fenicia, il Circolo di Cartagine e la fase neopunica". Actes du VIIème congrès international des études phéniciennes et puniques (Hammamet, 10-14 novembre 2009), éd. par Ah. Ferjaoui. B. D’Andrea. 2010. "Una stele votiva inedita da Le Kef/Sicca Veneria". REPPAL 15. In corso di stampa:

B. D’Andrea. 2012. "Il tofet di El Kénissia ed il rapporto tra tofet tardo punici, santuari a Saturno e ‘paesaggi del potere’". Trasformazione dei paesaggi del potere nell’Africa settentrionale fino alla fine del mondo antico. Atti del XIX convegno di studio (Sassari, 16-19 dicembre 2010), a cura di M.B. Cocco, A. Gavini, A. Ibba. Roma: Carocci


Comunicazioni a seminari e convegni

“Nuove stele dal tofet di Mozia”. IX Giornata Ciasca. Roma, 25 febbraio 2011. “Le trasformazioni architettoniche e funzionali dei tofet tardo punici nel corso della prima età romana: l’esempio dell’area sacra di El Khenissa”. XIX Convegno internazionale di studi “L’Africa Romana”. Sassari, 16-19 dicembre 2010. “Il tofet dove e perché. L’identità fenicia, il Circolo di Cartagine e la fase neopunica”. VIIème Congrès international des études phéniciennes et puniques. Hammamet, 10-15 novembre 2009.

Bibliografia Edit

  • "Il tofet dove e perchè. L'identità fenicia, il Circolo di Cartagine e la fase neopunica", con Sara Giardino, in Actes du VIIe Congrès International des Etudes Phéniciennes et Puniques, in stampa.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.