FANDOM


L'Isola di Sehel è un sito archeologico egiziano, a 4 km da Assuan.

L'isola - luogo di culto principalmente di Anuci, figlia del dio Khnum, è dominata da due colline rocciose, coperte da oltre duecento iscrizioni, risalenti in parte all'Antico Regno: queste erano dedicate soprattutto dalle spedizioni che salivano o scendevano la Prima Cataratta, ringraziando gli dei per il buon esito del viaggio. La più celebre, posta sulla parte alta della collina orientale, è la cosiddetta Stele della Fame, inizialmente attribuito al faraone Zoser (III dinastia) per i sette anni di carestia[1] del suo regno dovuti all'abbassamento delle acque del Nilo. In realtà studi recenti hanno provato che la stele è stata realizzata dai sacerdoti del di Khnum di Elefantina del periodo tolemaico per rivendicare le terre a loro concesse dal faraone Zoser a suo tempo.

<hiero>S22:t*t-O49</hiero> sṯyt - Setit

Note Edit

  1. La tradizione vuole che il faraone risolse il problema donando terre al Tempio di Khnum; la carestia è comunque documentata da alcuni frammenti nel complesso della Piramide di Unis a Saqqara e da testi autobiografici dalla tomba di Ankhtifi ad el-Mahalla.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.